Night Mist

"Night Mist" di Aura Conte“Night Mist”
di Aura Conte

Genere: Paranormal Romance/New Adult/Fantasy
Disponibile su Amazon, Kindle Unlimited & in cartaceo: http://mybook.to/nightmist
Serie: no. Autoconclusivo.
Numero di pagine (cartaceo pocket, copertina flessibile): 232
KU: 254

Playlist

Dover, West Virginia.
Sarah Allen è una giovane studentessa con pochi e razionali sogni nel cassetto. Un tragico evento del suo passato ha spento in parte la luce e la simpatia che ha sempre definito la sua personalità.
Da mesi, si accontenta di ciò che la vita le offre: un lavoro al bakery del suo patrigno, un tetto sulla testa nella casa di famiglia, un fratellastro dodicenne da sopportare e l’iscrizione all’università statale, a trenta minuti di auto dalla sua cittadina.
In un pomeriggio come tanti, tornando a casa da una giornata stressante, anziché ritrovarsi a sgridare come sempre suo fratello Wyatt e i suoi amici, alza lo sguardo e incrocia il suo destino… nascosto dietro le sembianze di un giovane uomo dagli abiti antichi e due occhi profondi che la fissano, proiettati su di un vecchio telo di stoffa.
È come se lui fosse in grado di vederla e di rubarle l’anima…
Cosa si cela dietro a quella pellicola dei primi del ‘900?
Chi è in realtà il ragazzo presente, Arthur Donovan?
E perché, Sarah lo vede ovunque… come se fosse ancora vivo?

Una serie di coincidenze, un giovane maledetto dalla sua stessa brama di potere e una ragazza desiderata da un essere diabolico.
Si può sfuggire dalla Morte, quando questa ti ha scelto come sua prossima vittima?
Può un incubo diventare un sogno, grazie all’amore?

“Night Mist” racchiude in sé più generi letterari: Paranomal Romance/Horror/New Adult e un pizzico di Humour.
Romanzo breve e autoconclusivo.

 

Estratto:
«Un giorno ti spiegherò ogni cosa, ma non stasera… sei già abbastanza triste» spiega con fare protettivo, guardandomi dritta negli occhi.
Grazie alle luci dei lampioni, i suoi sembrano brillare.
In pochi istanti, mi sento ipnotizzata dal suo sguardo e senza rendermene conto, ci avviciniamo l’uno all’altra.
Una forza che non riesco a spiegarmi mi spinge verso di lui. Vorrei sfiorarlo… e vorrei tremendamente le sue mani su di me, per non dire altro.
Sono attratta dal mio futuro carnefice… di colpo, un pensiero razionale mi sovviene alla mente. Tuttavia, tanta è l’attrazione che provo in questo momento che non lo prendo in considerazione. Anzi, compio un passo in avanti verso di lui.
Una sua mano si avvicina al mio viso per accarezzarlo ma un attimo dopo, Arthur chiude gli occhi, poi scuote la testa e indietreggia, allontanandosi da me.
Lo fa con la mascella serrata e i pugni stretti.
Sono pronta a ribellarmi, ma lui riapre gli occhi e mi gela con lo sguardo.
Il suo è un NO.
Silenzioso, netto, freddo, protettivo.
Un no, Sarah… non va bene.
Non accadrà di nuovo.
Di quel tipo al quale non ci si può opporre.